Per allungare la vita basta una corsa a settimana!

Da People For Planet oggi ci si dedica al correre ed a come siano sufficienti 25 minuti a bassa velocità per ridurre il rischio di mortalità per tutte le cause.

UN NUOVO STUDIO – Che correre facesse bene, lo si sapeva già. Anche se molti di noi per pigrizia, non riescono proprio a farlo! A confermare ciò però c’è un nuovo studio del British Journal Of Sports Medicine, da cui emerge che correre riduce il rischio di mortalità.

UDITE UDITE! – Attenzione però il bello è che per avere benefici effettivi dal jogging non è necessario versare litri di sudore: i ricercatori spiegano che bastano solo 25 minuti a settimana, di corsa leggera per avere effetti positivi.

14 STUDI – Gli studiosi per giungere a questi risultati, hanno esaminato ben 14 studi sulla pratica della corsa ed il rischio di morte per tutte le cause (tumori, malattie cardiovascolari..) su ben 230 mila persone coinvolte.

I DATI – Dai dati raccolti è emerso che, rispetto a chi non pratica la corsa, ogni quantitativo di jogging è associato ad un rischio inferiore del 27% di morte per qualsiasi causa, in entrambi i sessi. Inoltre per quanto concerne il rischio di morte da cancro o malattia cardiovascolare, il rischio risulta ridotto del 30%.

PICCOLE DOSI – Quindi per avere benefici non è necessario correre a modi maratona, tutta la settimana. Basterebbe una corsa da 25 minuti, una volta a settimana ed ad una velocità di 8 km orari, ossia l’andatura di chi cammina a passo medio. Ciò fa sì che anche chi non ha il tempo di praticare attività fisica, possa farla.

NON AUMENTARE – Aumentare la quantità di jogging non migliora i benefici, poiché non risulta associato a una maggiore riduzione del rischio di morte. Gli studiosi spiegano che praticare una breve e poco impegnativa sessione di corsa a settimana, potrebbe essere una misura perfetta per il benessere e la longevità a costo zero.

Condividi l'Articolo