Come ci parlano gli uccellini?

Da People For Planet oggi vediamo di imparare il linguaggio degli uccellini in 5 mosse, per tutti gli appassionati ed amanti degli animali e non ..

ALCUNE MOSSE PER CAPIRLI – Imparare il linguaggio degli uccelli è possibile, e neppure troppo difficile. Come ogni linguaggio, anche questo ha strategie ripetitive per esprimersi, basta un po’ di orecchio per capire cosa indichi quel canto. 

Prendendo spunto dai consigli del famoso naturalista Jon Young, vediamo quali sono queste 5 mosse per capire i nostri piccoli amici:

1 LA SCELTA DEL LUOGO – In un bosco come in un parco. Mano a mano imparerai a conoscere le abitudini degli uccelli: come si cibano, da chi fuggono e a chi danno la caccia. Nel frattempo, loro si abitueranno a te e impareranno a fidarsi, se non si sentiranno minacciati o disturbati.

2 SELEZIONA LA SPECIE – Concentrati su queste. Studiale, osservale, riconosci le differenze tra loro nelle reazioni quotidiane, e quando vocalizzano, nota la differenza se lo fanno mentre si nascondono o attaccano un intruso.

3 COMPRENDI I DIVERSI CANTI – Ci sono canti che usano per difendere il territorio, altri che vanno bene per attirare un compagno, altri ancora che servono per accompagnare il pasto o un viaggio. Ce ne sono di tipicamente infantili, e significano sostanzialmente “ho fame”, mentre altri denunciano un’aggressione e altri ancora lanciano un allarme di gruppo.

4 OSSERVALI PER CAPIREOsservali mentre cantano, ti aiuterà a capire in un modo o nell’altro, e associare così un determinato suono all’avvenimento a cui si riferisce.

5 DATTI TEMPO – L’ultimo punto è il più difficile: serve tempo a fare e ripetere quanto sopra. Solo ore e ore di osservazione vi possono regalare il privilegio di entrare nel mondo di queste magiche creature e partecipare – da osservatori consapevoli – alla loro vita quotidiana.

Condividi l'Articolo